Rumori sospetti in casa, gioielliere chiama i carabinieri: ladro in manette

L'episodio è avvenuto a Sorrento. L'autore dell'effrazione, un 22enne di Agerola, è stato rapidamente bloccato dai militari nonostante il suo tentativo di fuga

Aveva avvertito alcuni rumori sospetti in casa sua, immaginando potesse essere entrato qualcuno. Così, un gioielliere 56enne di Sorrento, ha immediatamente chiamato i carabinieri che hanno messo in manette l'autore dell'effrazione, un 22enne di Agerola.

Il giovane ladro era riuscito a introdursi nella casa dell’imprenditore forzando una finestra. Alla vista dei militari, accorsi rapidamente dopo la chiamata del padrone dell'appartamento, ha provato a darsi alla fuga ed a disfarsi di uno zainetto.

È stato comunque rapidamente bloccato. Nello zaino nascondeva una pistola semiautomatica a salve con 3 cartucce nel caricatore, un coltello a serramanico, un passamontagna di lana, una scatola con circa 50 cartucce a salve, manette e guanti.

Il malvivente è stato tratto in arresto per tentato furto aggravato in abitazione. Si trova ora agli arresti domiciliari in attesa di processo per direttissima.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Tragico incidente stradale al corso Vittorio Emanuele: muore una 73enne

  • Scampia

    Tragedia nelle Vele di Scampia, 20enne precipita dal balcone e muore

  • Cronaca

    Turista viene rapinata, intervengono i tassisti per difenderla

  • Cronaca

    Tragedia in spiaggia, cadavere trovato in acqua: identificata la vittima

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni (giorno per giorno) dal 21 al 25 maggio 2018

  • Caterina Balivo show su Rai1: tutti i pomeriggi in tv

  • Suicidio al Centro Direzionale, il dramma: la vittima ha 15 anni

  • DA MILANO - Terminato l'incontro De Laurentiis-Ancelotti: il tecnico chiede 6,5 milioni

  • Suicidio al Centro Direzionale: una giovane si lancia dal 15esimo piano

  • La 15enne suicida studiava all'Istituto Caruso. L'insegnante: "Ragazzi, parlate"

Torna su
NapoliToday è in caricamento