Soggiorni in hotel in cambio di mancati controlli, arrestato sottufficiale Guardia Costiera

A Ischia due persone, tra cui un sottufficiale della Guardia Costiera, sono state sottoposte ai domiciliari per concussione

Guardia Costiera

Concussione continuata ai danni di un imprenditore. È l'accusa cui dovranno rispondere un sottufficiale della Guardia Costiera in servizio ad Ischia ed un'altra persona, finiti stamattina agli arresti domiciliari.

Vittima della vicenda l'ad di alcune strutture alberghiere a Forio. L'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura della Repubblica partenopea, è stata eseguita da ufficiali di polizia giudiziaria della compagnia carabinieri di Ischia e della Guardia Costiera Capitaneria di Porto di Napoli.

Il rappresentante legale dell'albergo, secondo gli inquirenti, avrebbe subito richieste e pressioni di pagamento legate ai controlli che la Guardia Costiera eseguiva a proposito degli scarichi fognari nelle strutture ricettive isolane.

Secondo gli inquirenti, il sottufficiale avrebbe costretto l'ad a pagargli due soggiorni per sé e per la propria famiglia presso una struttura a Marina di Castellaneta, per un importo complessivo di oltre 6mila e 200 euro.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Ma sai quando c e ne soni anche nei carabinieri,guardia di finanza e polizia che fanno abbusso di potere ho sono corotti sss

Notizie di oggi

  • Politica

    Primo Maggio, concerto a Piazza Dante: l'iniziativa promossa da de Magistris

  • Cronaca

    Rapina una donna in villa comunale: arrestato 24enne

  • Cronaca

    Circum e Cumana, giornata di sciopero: disagi per pendolari e turisti

  • Cronaca

    Stesa in centro a Torre Annunziata, spari contro una saracinesca

I più letti della settimana

  • Tangenziale di Napoli, appalti truccati: 5 misure cautelari

  • Rubavano le auto parcheggiate nel centro commerciale: arrestati

  • Il dramma di Rosa: muore improvvisamente a 15 anni

  • Strage familiare in Svizzera: morti tre napoletani

  • "Ci sono tanti problemi, iniziamo a coprire le buche a Napoli"

  • Chi diffamerà Napoli sarà querelato. Giletti: "Iniziativa triste"

Torna su
NapoliToday è in caricamento