venerdì, 31 ottobre 11℃

Arrestato camorrista a Roma: gli interessi a Torre del Greco

L'uomo si era trasferito nella Capitale agli inizi degli anni '90 per sfuggire alla guerra di mafia scoppiata tra il "clan dei gargiulo" ed il "clan dei mennella"

Redazione 21 febbraio 2011

Il personale della Squadra Mobile della Questura di Roma ha arrestato Emilio Tancredi, 65 anni, colpito da ordine di esecuzione per una pena residua di 5 anni di reclusione per traffico internazionale di stupefacenti. L’uomo, latitante dal 2004, aveva trovato rifugio in un anonimo appartamentino in zona Talenti dove viveva sotto falso nome.

Tancredi è stato rintracciato stamane dagli Agenti della Mobile che hanno fatto irruzione nel “covo” dove sono state sequestrate anche tre pistole automatiche, tutte con colpo in canna, tra le quali una dotata di silenziatore.

L’uomo, pur mantenendo i suoi interessi a Torre del Greco, si era trasferito nella capitale agli inizi degli anni ’90 per sfuggire alla guerra di mafia scoppiata tra il “clan dei gargiulo” ed il “clan dei mennella”, entrati in contrasto tra loro e culminati anche con l’uccisione di diversi affiliati. Dalla capitale ha instaurato rapporti con alcuni rappresentanti del clan Alfieri, con il noto Ciro Mariani e con esponenti del clan capeggiato da Michele Zaza.

Annuncio promozionale

Queste nuove “protezioni” gli hanno permesso di continuare a controllare i suoi illeciti affari, che andavano dal traffico di droga, al taglieggiamento di commercianti di corallo di Torre del Greco.

arresti
camorra

Commenti