Blitz nelle Case dei Puffi, i nomi degli arrestati

L'organizzazione, secondo gli inquirenti, era dedita all'approvvigionamento, alla gestione e alla vendita di eroina e cocaina

Case dei Puffi

Sono stati resi noti i nomi delle nove persone destinatarie, stamattina, di altrettanti provvedimenti cautelari nell'operazione eseguita a Scampia nelle cosiddette "Case dei Puffi".

Nel dettaglio, si tratta di Giovanni Miano, detto “Scarola”, di 35 anni; Giuseppe Molfetta, 37 anni, di Melito (già detenuto); Salvatore Russo, detto “Totoriello”, 55 anni; Vincenzo Moxedano, detto “'o Qua”, 24 anni, di Scampia; Alessandro Lubrano, 35 anni, di Scampia; Salvatore Ruggiero, detto “Spongebob”, 28 anni (già detenuto); Raffaele Spennagallo, 33 anni, di Scampia; Giuseppa Roselli, 46 anni, di Scampia; e Daniela Nacarlo, 39 anni, di Scampia.

L'organizzazione, secondo gli inquirenti, era dedita all'approvvigionamento, alla gestione e alla vendita di eroina e cocaina diretta da tre persone che reclutavano sul posto corrieri e spacciatori e persone che nascondevano la droga, che veniva poi venduta.
Contestualmente, sono stati sequestrati oltre 2,5 kg di eroina e 1 kg di cocaina.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Bomba alla pizzeria Sorbillo: "Evitata una tragedia". Salvini venerdì a Napoli

  • Incidenti stradali

    Investito sulla Circumvallazione: morto sul colpo

  • Cronaca

    Sedici anni dopo si fa luce sull'omicidio di Salvatore Ostetrico: due arresti

  • Incidenti stradali

    Dramma della strada, Michele Coppeto muore a soli 20 anni

I più letti della settimana

  • Terremoto nella notte tra Napoli e Pozzuoli

  • Bomba contro la pizzeria di Gino Sorbillo, Sorrentino: "Bisogna mobilitarsi"

  • Bambino di quattro anni muore soffocato dalle costruzioni

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 14 al 18 gennaio

  • Esplosione devasta la pizzeria Sorbillo, Gino: "Prima l'incendio, ora le bombe"

  • Sabato di sangue sul lungomare, ucciso un uomo

Torna su
NapoliToday è in caricamento