Bar-tabacchi "sprecone", la scoperta dei carabinieri: due arresti per furto di energia elettrica

Ai militari è sembrato non si badasse a spese, in fatto di consumi, in un esercizio commerciale di Afragola. Ma un magnete alterava le registrazioni del contatore Enel

Due arresti, operati dai carabinieri. È il risultato dei controlli eseguiti dai militari in un bar-tabacchi lungo la Sannitica, nel comune di Afragola.

A colpire i militari era stato l'uso che, nell'esercizio commerciale in questione, veniva fatto dell'energia elettrica: insegna enorme accesa, condizionatori a pieno regime ma a porte mai chiuse, slot machine sempre attive e spesso, lasciati così da dipendenti noncuranti, frigoriferi lasciati aperti.

Da qui la verifica, effettuata dai carabinieri insieme a personale dell'Enel, che ha portato alla scoperta di un magnete posizionato sul contatore dell'energia elettrica per alterarne la registrazione dei consumi.

I militari hanno quindi arrestato in flagranza per furto aggravato il titolare del bar-tabacchi ed un dipendente che lo gestiva, due fratelli di Casoria di 55 e 49 anni. I due si trovano ora ai domiciliari.
Secondo la stima dei tecnici dell’Enel, il furto di energia elettrica ammonterebbe a circa 38mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Lutto per l'attore Alessandro Preziosi, è morto il padre Massimo

  • Ancelotti, lo splendido post della figlia Katia: "Napoli è una mamma. Vado via piangendo"

  • Ancelotti rompe il silenzio, il messaggio sui social dopo l'esonero

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Ibra e Torreira i principali obiettivi per gennaio?

  • Napoli, Gattuso vivrà a Posillipo nella casa che fu di Lavezzi

Torna su
NapoliToday è in caricamento