Clan Sequino, in manette altri due affiliati: erano a Londra

L'arresto avviene nell'ambito dell'inchiesta che ha fatto finire in manette, nei giorni scorsi, altri 30 presunti affiliati al medesimo clan

Due napoletani di 36 e 26 anni sono stati ieri arrestati, a Londra, dalle forze dell'ordine partenopee. Si tratta rispettivamente di Gennaro Esposito e Sebastiano Capobianco, ritenuti dagli inquirenti affiliati al clan camorristico dei Sequino operante nel Rione Sanità.

A localizzare i due e trarli in arresto sono stati i carabinieri del nucleo investigativo del reparto operativo di Napoli, con il supporto della quinta divisione Si.Re.Ne del servizio cooperazione internazionale di polizia.

Nei loro confronti è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per le accuse di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico e spaccio di stupefacenti con l’aggravante della finalità mafiosa, minaccia e ricettazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scacco ai Sequino, in 30 in manette

L'arresto di Esposito e Capobianco avviene nell'ambito dell'inchiesta che ha fatto finire in manette, nei giorni scorsi, altri 30 presunti affiliati al medesimo clan. I due si trovano adesso nella capitale britannica in un istituto penitenziario, in attesa dell'estradizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 2 aprile a Napoli e provincia

Torna su
NapoliToday è in caricamento