Clan Sequino, in manette altri due affiliati: erano a Londra

L'arresto avviene nell'ambito dell'inchiesta che ha fatto finire in manette, nei giorni scorsi, altri 30 presunti affiliati al medesimo clan

Due napoletani di 36 e 26 anni sono stati ieri arrestati, a Londra, dalle forze dell'ordine partenopee. Si tratta rispettivamente di Gennaro Esposito e Sebastiano Capobianco, ritenuti dagli inquirenti affiliati al clan camorristico dei Sequino operante nel Rione Sanità.

A localizzare i due e trarli in arresto sono stati i carabinieri del nucleo investigativo del reparto operativo di Napoli, con il supporto della quinta divisione Si.Re.Ne del servizio cooperazione internazionale di polizia.

Nei loro confronti è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per le accuse di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico e spaccio di stupefacenti con l’aggravante della finalità mafiosa, minaccia e ricettazione.

Scacco ai Sequino, in 30 in manette

L'arresto di Esposito e Capobianco avviene nell'ambito dell'inchiesta che ha fatto finire in manette, nei giorni scorsi, altri 30 presunti affiliati al medesimo clan. I due si trovano adesso nella capitale britannica in un istituto penitenziario, in attesa dell'estradizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Chiusura Kestè, Fabrizio Caliendo: "La mia vita ha più valore dei soldi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento