Blitz contro il clan Vigilia di Soccavo, arrestate 33 persone

Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, sono iniziate dopo l’omicidio di camorra di Rosario Grimaldi che ha segnato la scissione dall'omonimo clan

Il blitz

Trentatré ordinanze di custodia cautelare: è il bilancio dell'operazione portata a termine stamane dai carabinieri del comando provinciale di Napoli, che hanno eseguito l'ordinanza emessa dal Gip partenopeo. Le ipotesi di reato sono, a vario titolo, associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata allo spaccio di stupefacenti, estorsione, rapina, detenzione illegale e ricettazione di armi da sparo.

Le indagini a loro carico, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, sono iniziate dopo l’omicidio di camorra di Rosario Grimaldi, avvenuto a Soccavo nel luglio 2013. Hanno permesso di documentare l’ascesa del clan camorristico dei Vigilia nel quartiere, questa avvenuta dopo la sua scissione dal gruppo dei Grimaldi.

L'omicidio Grimaldi: nasce il clan Vigilia

Gli arrestati sono stati condotti nel carcere di Secondigliano, dove resteranno in attesa degli interrogatori di garanzia dei prossimi giorni.

Il reggente era Alfredo Vigilia Junior, figlio di Alfredo Vigilia già in carcere, mentre dal punto di vista economico il clan aveva una “cassa comune” nella quale venivano fatti confluire i proventi di tutte le attività criminali.

Le attività del clan

Era stato messo in piedi un sistema di approvvigionamento e smistamento di droga che, a partire da una fitta rete di piazze di spaccio a Soccavo, permetteva di distribuire anche a domicilio (cocaina, marijuana, hashish, skunk e amnesia).

Non solo spaccio però. Il clan ha a suo carico almeno una rapina e un tentativo di estorsione con richiesta di 2.400 euro, accertati dai carabinieri. Quest'ultimo episodio ha visto vessato uno spacciatore di Soccavo non facente parte del clan.

SCACCO AL CLAN VIGILIA - VIDEO

I rapporti con gli altri gruppi

L'indagine ha permesso anche di ricostruire i rapporti stretti dal clan Vigilia con altri gruppi criminali dell’area occidentale, questi volti alla spartizione degli affari illeciti sul territorio.

Documentati in particolare una confluenza d'interessi con i Sorianiello di Cesare Mautone, il caln del sobborgo “99” in via Catone, al confine tra i quartieri di Soccavo e il Rione Traiano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

  • Lieto fine per il 30enne scomparso da Napoli: è stato ritrovato

Torna su
NapoliToday è in caricamento