Presunti appalti falsati al Porto di Napoli, sette misure cautelari

Le ipotesi di reato, per due funzionari e cinque imprenditori, sono a vario titolo associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, turbativa d'asta e frode in pubbliche forniture

Sette misure cautelari. Sono quelle che ha eseguito la guardia costiera, su indicazione del gip, per dei presunti appalti falsati riguardanti importanti lavori edili e strutturali nel Porto di Napoli.

Indagati due funzionari dell'Autorità portuale di Napoli e cinque imprenditori. Le ipotesi di reato per loro, a vario titolo, sono associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, turbativa d'asta e frode in pubbliche forniture.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sei dei destinatari delle ordinanze sono stati condotti ai domiciliari, mentre per un settimo è scattata una misura interdittiva.

VIDEO
  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

  • Igiene orale e difese immunitarie: qual è la connessione?

  • Casatiello napoletano: la ricetta di Enrico Porzio

  • Il lockdown di Valentina Nappi: "Senza mutande a casa col mio ragazzo e un pitone"

Torna su
NapoliToday è in caricamento