Rapina un poliziotto del suo scooter, poi apre il fuoco: arrestato 18enne

Scene da far west a Fuorigrotta. Il giovane rapinatore, di Ponticelli, è stato identificato successivamente grazie ad alcune riprese delle telecamere di videosorveglianza

Avrebbe prima rapinato lo scooter ad un agente di polizia, poi una volta capito chi fosse la sua vittima avrebbe sparato e costretto il poliziotto a rispondere al fuoco: è la ragione per cui un 18enne di Ponticelli è stato fermato.

Dovrà rispondere di rapina aggravata, detenzione e porto illegale di armi in concorso. L'episodio è avvenuto la notte del 13 settembre scorso a piazzale Tecchio, a Fuorigrotta. L'agente libero dal servizio si era fermato ad un semaforo, quando si è visto affiancato da due scooter con in sella quattro persone. Due sono scesi e gli hanno – pistola in pugno – sottratto il mezzo.

Uno dei rapinatori si è accorto però che la vittima era un poliziotto, quindi ha sparato. Il poliziotto ha risposto al fuoco sparando in aria, ma non riuscendo ad impedire la fuga dei malviventi.

Attraverso una serie di immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti in zona la polizia ha rintracciato uno dei componenti della banda, un 18enne.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio Stefania Fragliasso: fermate due persone

  • Attualità

    Via Toledo da record: è tra le 10 strade con più traffico pedonale in Europa

  • Cultura

    Premio Montale a Peppe Barra, il messaggio ai napoletani: "Amate di più questa città capitale"

  • Cronaca

    Forio, incendio in chiesa: l'intervento dei vigili del fuoco

I più letti della settimana

  • Tina Colombo non è più incinta: "Purtroppo ho perso il bambino"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 20 al 24 maggio

  • Si lancia dal ponte della tangenziale e muore a piazza Ottocalli

  • Incidente stradale in via Diocleziano: un morto e tre feriti

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 27 al 31 maggio

  • Incidente stradale sull'Asse Mediano, distrutte tre automobili

Torna su
NapoliToday è in caricamento