Fondatore Onlus arrestato: avrebbe costretto un minorenne togolese a rapporti sessuali

La minaccia, nei confronti del giovanissimo ospite della casa famiglia in Africa, era di allontanarlo dalla struttura di accoglienza

Avrebbe costretto più volte, dal 2007 al 2014, un ragazzino ospite di una casa famiglia a Togoville (Togo) a rapporti sessuali, dietro la minaccia di allontanarlo dalla struttura di accoglienza.

È l'accusa mossa dagli inquirenti nei confronti di un 72enne del Napoletano, fondatore e presidente di una Onlus all'epoca dei fatti impegnato in attività umanitarie in Africa.

La squadra mobile di Napoli l'ha oggi messo agli arresti domiciliari in applicazione di un'ordinanza emessa dal Tribunale di Nola.

Le indagini avrebbero consentito di "delineare un grave, univoco e concordante quadro indiziario ai danni della persona indagata". La minaccia, nei riguardi del giovane africano al tempo minorenne, era di allontanarlo dalla struttura di accoglienza, facendogli quindi perdere ogni forma di assistenza, compreso l'alloggio, i due pasti al giorno ed il diritto allo studio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Via Monteoliveto, donna travolta da una moto sulle strisce

  • Cronaca

    Dramma agli Scavi di Pompei, turista inglese accusa un malore e muore

  • Cronaca

    Donatori di midollo in piazza per il piccolo Gabriele. Basta un prelievo di saliva

  • Cronaca

    Omicidio D'Andò, 20 anni al boss Mariano Riccio e a quattro affiliati

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 20 al 24 maggio

  • Tangenziale, tir si ribalta: code per 7 km

  • Si lancia dal ponte della tangenziale e muore a piazza Ottocalli

  • "Portiamo Messi al Napoli. Tu la trattativa e io gli sponsor": l'invito del manager a De Laurentiis

  • Dramma in strada: ragazzo muore davanti agli occhi dei passanti

  • Incidente stradale sull'Asse Mediano, distrutte tre automobili

Torna su
NapoliToday è in caricamento