Uccise l'amante della fidanzata: sconterà 9 anni e 10 mesi in carcere

L'episodio risale al settembre 2015. L'uomo era già ai domiciliari. Originario di Napoli, è stato condotto nel carcere di Massa

Immagine d'archivio

Originario di Napoli, era ricercato per un omicidio preterintenzionale da lui commesso nel settembre del 2015 e per cui è stato condannato: è stato messo in manette ieri dai carabinieri di Pontremoli, in provincia di Massa Carrara.

L'uomo, in seguito ad una lite con l'amante della sua fidanzata, ne aveva provocato la morte.

Stava scontando gli arresti domiciliari nel comune di Arpiola di Mulazzo, quando pochi giorni fa è stata emessa a suo carico la sentenza definitiva, che lo ha condannato a 9 anni e 10 mesi di reclusione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È stato condotto dai carabinieri nel carcere di Massa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

Torna su
NapoliToday è in caricamento