Uccise l'amante della fidanzata: sconterà 9 anni e 10 mesi in carcere

L'episodio risale al settembre 2015. L'uomo era già ai domiciliari. Originario di Napoli, è stato condotto nel carcere di Massa

Immagine d'archivio

Originario di Napoli, era ricercato per un omicidio preterintenzionale da lui commesso nel settembre del 2015 e per cui è stato condannato: è stato messo in manette ieri dai carabinieri di Pontremoli, in provincia di Massa Carrara.

L'uomo, in seguito ad una lite con l'amante della sua fidanzata, ne aveva provocato la morte.

Stava scontando gli arresti domiciliari nel comune di Arpiola di Mulazzo, quando pochi giorni fa è stata emessa a suo carico la sentenza definitiva, che lo ha condannato a 9 anni e 10 mesi di reclusione.

È stato condotto dai carabinieri nel carcere di Massa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Madre e figlia dormono in auto, l'appello: "Non hanno più soldi. Sono da mesi in queste condizioni"

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Scontro treni Metro Linea 1, feriti trasportati in ospedale

  • Lutto a Pianura: si è spento il poliziotto Gaetano Senarcia

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

  • Lutto nel mondo alberghiero, si è spenta Emma Naldi

Torna su
NapoliToday è in caricamento