Minacciava padre e sorella da un anno: viene arrestato dai carabinieri

Era stato denunciato e portato in ospedale per essere sedato, poi è tornato a casa per vendicarsi sulla sorella

Un uomo di 31 anni, di Sant'Antimo, è stato arrestato. Era stato denunciato per maltrattamenti in famiglia, poi al ritorno a casa ed in seguito a nuovi tentativi di violenza è stato messo in manette.

I carabinieri erano intervenuti a casa sua, dove - probabilmente in astinenza da droga - aveva minacciato padre e sorella. Il 31enne, uscito dal bagno in cui si era chiuso a chiave, impugnando delle forbici, aveva continuato a minacciare i familiari per poi iniziare a farlo anche nei confronti dei militari.

A quel punto i carabinieri hanno richiesto l’intervento dei sanitari del 118, che hanno trasportato in ospedale il 31enne perché fosse sedato. Una situazione che ha portato un carabiniere ad essere morso ad un braccio dal violento.

Dimesso dall'ospedale, il 31enne è tornato a casa e ha aggredito sua sorella, riuscita a mettersi in salvo chiudendosi in casa e chiamando di nuovo il 112. I militari sono intervenuti e hanno arrestato il 31enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 2 al 6 dicembre (giorno per giorno)

Torna su
NapoliToday è in caricamento