In manette presunto esponente del clan Orlando: era ricercato dallo scorso gennaio

Mauro Verde, 28 anni, si nascondeva in un appartamento di Marano con la compagna. Avrebbe minacciato la vittima di un'estorsione per farle rendere false dichiarazioni al pubblico ministero

La scorsa notte i carabinieri della compagnia di Marano hanno localizzato e catturato Mauro Verde, un 28enne del posto - ritenuto vicino al clan Orlando - sul quale pendeva un'ordinanza di carcerazione dallo scorso gennaio. Da quel momento però Verde si era reso irreperibile.

Le indagini hanno fatto sì che i militari lo rintracciassero in un appartamento, in cui viveva con la sua compagna. La donna è stata denunciata per favoreggiamento, così come un uomo che avrebbe aiutato il 28enne. A casa di quello che la procura definisce "factotum" dell'arrestato, tra l'altro, sono stati trovati 9mila euro di cui l'uomo non ha voluto indicare la provenienza.

Mauro Verde sarebbe dovuto finire in carcere a gennaio per "minaccia finalizzata a costringere a commettere un reato, reato aggravato da metodo e finalità mafiosi". Secondo gli inquirenti aveva minacciato la vittima di un'estorsione per farle rendere false dichiarazioni al pubblico ministero.

È stato condotto nel carcere di Secondigliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Madre e figlia dormono in auto, l'appello: "Non hanno più soldi. Sono da mesi in queste condizioni"

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Scontro treni Metro Linea 1, feriti trasportati in ospedale

  • Lutto a Pianura: si è spento il poliziotto Gaetano Senarcia

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

  • Lutto nel mondo alberghiero, si è spenta Emma Naldi

Torna su
NapoliToday è in caricamento