Fermato 26enne a Porta Nolana per ricettazione: con sé aveva 8 smartphone

Uno dei cellulari era stato scippato poco prima. Il giovane, di origini ivoriane, dovrà anche rispondere di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale

Ricettazione, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. È di quanto dovrà rispondere un 26enne di origini ivoriane fermato dai carabinieri motociclisti del Nucleo Radiomobile di Napoli.

Era in strada, poco distante da Porta Nolana con tra le sue mani diversi smartphone di ultima generazione quando i militari lo hanno notato. Alla loro vista è subito scappato provando a confondersi tra la folla delle le vie limitrofe.

Bloccato, il 26enne ha continuato a dimenarsi con violenza, senza giustificare il fatto che avesse con sé ben otto smartphone e 500 euro in contanti. È anche emerso che uno dei cellulari era stato scippato poche ore prima in via Toledo ad una 46enne napoletana.

Il suo fermo è stato convalidato e ora l'ivoriano si trova nel carcere di Poggioreale in attesa di processo, mentre continuano gli accertamenti per risalire ai proprietari degli altri sette telefoni recuperati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

Torna su
NapoliToday è in caricamento