Camorra, boss latitante arrestato durante il cenone della Vigilia

Giovanni Gentile era ricercato dallo scorso 5 dicembre. Il 34enne si trovava ad Agerola

Era riuscito a sfuggire al blitz del 5 dicembre scorso, che ha pesantemente colpito i clan della zona di Castellammare di Stabia. Ieri, però, per il 34enne Giovanni Gentile, non c'è stato nulla da fare ed è finito in manette.

Ritenuto il boss degli Afeltra, era impegnato nel cenone della Vigilia quando gli agenti del commissariato di Castellammare di Stabia sono piombati nell'appartamento, ad Agerola, in cui si trovava e lo hanno arrestato.

Olimpo: sgominata la storica alleanza tra clan

Gentile era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare emessa relativamente all'inchiesta Olimpo. È accusato di estorsione, aggravata dalla matrice camorristica. Il pizzo, chiesto ad un imprenditore, fu di 12mila euro pagati a fronte dei 50mila inizialmente richiesti dal 34enne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gentile è figlio di Giuseppe, boss di Agerola. È anche il nipote del boss dei Monti Lattari, Raffaele Afeltra, anch'egli latitante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Lutto in Prefettura, muore 65enne nel giorno del suo compleanno

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

Torna su
NapoliToday è in caricamento