homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Arrestato Egidio Giordano di Insurgencia per il G8 di Torino

Arrestato stamattina dalla Digos di Torino Egidio Giordano. L'uomo è un militante del centro sociale Insurgenzia. L'uomo è stato raggiunto da custodia cautelare per gli incidenti del 18 maggio scorso al G8 dell'Università di Torino

Ventuno arresti per il G8 dell'Università del 18 maggio a Torino. Stamattina, la Digos di Torino in coordinamento con la Direzione centrale della polizia di prevenzione, ha eseguito 21 misure cautelari per gli incidenti di quel giorno nella città.

Tra i 21 arrestati c'è anche un napoletano: uno dei leader del centro sociale “Insurgencia”. Si tratta di Egidio Giordano, coinvolto, come informa la polizia, nei mesi scorsi nelle contestazioni contro l'apertura della discarica di Chiaiano.

La Digos di Napoli era sulle tracce dell'attivista già da alcuni giorni. Ha seguito i suoi spostamenti sino a L'Aquila, dove Giordano era arrivato ieri sera insieme ad alcune decine di aderenti ad "Insurgencia" per prendere parte ad alcune iniziative già previste, tra le quali la fiaccolata della scorsa notte.

Giordano è stato fermato nelle prime ore di oggi nei pressi di un centro sociale aquilano.  Nell'ambito della stessa inchiesta sono state eseguite, a Napoli, anche alcune perquisizioni.


12 persone invece sono state arrestate a Torino, mentre le altre a Padova, Bologna e Napoli. Nelle scorse settimane erano già state arrestate due persone. Domenico Sisi, parente del sindacalista Vincenzo Sisi processato a Milano con l'accusa di far parte di un'organizzazione terroristica, e Alessandro Arrigoni, dipendente della prefettura di Milano.
Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Incidente sulla diramazione Capodichino: muore un motociclista

    • Cronaca

      Paura a piazza Municipio: in fiamme un noto bar

    • Cronaca

      Angela Celentano: ricompensa a chi fornirà informazioni "utili e veritiere"

    • Avvocata

      Centro storico, serata da incubo per alcuni ragazzi: “Circondati e aggrediti”

    I più letti della settimana

    • Incendio sul Parco Nazionale del Vesuvio tra Somma Vesuviana e Terzigno

    • Tragedia a Castellammare, 25enne si tuffa in acqua e muore

    • Addio a Paola Conventi: l'insegnante di tango non ce l'ha fatta

    • Tragedia a Portici, anziano muore mentre fa il bagno

    • Avvistato branco di squali in mare: bagnanti allontanati dalla riva

    • Il Vesuvio diventerà irriconoscibile: "Colpa della ginestra etnea"

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento