"Ricoveratemi, sono caduto a casa": ma era stato brutalmente pestato da un uomo dei Cesarano

Per la vittima, 29 anni, è stata necessaria l'asportazione della milza. L'aggressore è stato arrestato: vantava crediti dal padre del ragazzo ed aveva preso di mira la sua famiglia

Ai sanitari ed alle forze dell'ordine, arrivato all'ospedale di Castellammare gravemente ferito, raccontò di essersi fatto male in un incidente domestico. La verità era però evidentemente un'altra: il 29enne era stato malmenato per una vicenda estorsiva.

Il pestaggio risale al 22 novembre 2015. Ieri, a poco più di due anni dai fatti, è stato messo in manette il presunto aggressore: si tratta di un 40enne di Castellammare ritenuto contiguo al clan Cesarano. Per lui le accuse sono estorsione, lesioni personali gravi e aggravate dal metodo mafioso.

I carabinieri hanno ricostruito la vicenda. La famiglia dell'imprenditore da tempo subiva richieste estorsive da parte dell’arrestato. Questi, per ottenere l’estinzione di un “debito” di circa 7mila euro contratto dal padre della vittima intanto defunto, era entrato da tempo in azione: prima si era appropriato di alcune sue piccole imbarcazioni ormeggiate nel porto, poi aveva massacrato il 29enne costringendolo ad un intervento di asportazione della milza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 40enne si trova adesso in carcere, a Poggioreale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

Torna su
NapoliToday è in caricamento