Camorra, catturato il super ricercato Giannelli: stava scappando a Roma

È ritenuto uno dei protagonisti dell'escalation di violenza, con sparatorie e morti, che ha investito la zona occidentale tra Bagnoli, Pianura e Soccavo

Catturato nella notte dai carabinieri Alessandro Giannelli, ritenuto capo dell'omonimo clan camorristico attivo nella zona occidentale di Napoli, teatro di recenti efferati episodi criminali caratterizzati da sventagliate di kalashnikov per le strade.

Il 38enne napoletano, che si era reso irreperibile alla fine del 2015 sottraendosi agli obblighi della sorveglianza speciale di P.S, è stato sorpreso in autostrada mentre si preparava a scappare verso Roma. Venti giorni fa Giannelli era riuscito a sparire all’ultimo momento sottraendosi alle forze dell’ordine che lo volevano arrestare. Si conclude così la latitanza dell'uomo accusato di estorsione ma ritenuto uno dei protagonisti dell’escalation di violenza, con sparatorie e morti, che ha investito la zona occidentale tra Bagnoli, Pianura e Soccavo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Folla in via Toledo, da Alcott c'è Oslo de "La casa di carta"

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Sacchi: "Nella difesa del Napoli solo Di Lorenzo si muove in modo organico e sinergico"

  • Lutto nel mondo della medicina napoletana, muore improvvisamente Paolo Mercogliano

Torna su
NapoliToday è in caricamento