Spari contro un pescatore dopo una lite: in manette 20enne

Secondo gli inquirenti è l'autore dell'agguato a colpi di pistola avvenuto a Torre del Greco il 1 luglio 2018

Videosorveglianza, immagine d'archivio (Ansa)

Un ragazzo di 20 anni, di Ercolano, è stato arrestato e tradotto agli arresti domiciliari. L'accusa per lui è tentato omicidio, porto e detenzione illegale di arma da fuoco.

Avrebbe, secondo la ricostruzione dei carabinieri di Torre del Greco, tentato di uccidere nel luglio 2018 un pescatore a bordo della sua auto in un agguato a colpi d'arma da fuoco.

L'agguato fu compiuto il 1 luglio 2018 a Torre del Greco. Il sicario, insieme ad un complice e a due minorenni in sella a due scooter, inseguì la vettura del pescatore 23enne ed una volta raggiunta esplose tre colpi di pistola, i quali si conficcarono nella carrozzeria.

Secondo gli inquirenti, a sparare fu il 20enne: l'avrebbero identificato grazie alle immagini di telecamere di videosorveglianza. A quanto riferiscono gli investigatori mise in atto l'agguato per vendicarsi di un litigio avvenuto il giorno prima all'interno di un bar.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

Torna su
NapoliToday è in caricamento