Clonavano carte di credito: sgominata una banda di romeni

Trenta gli arresti, danni per un milione e mezzo di euro. La banda si era specializzata nel copiare le bande bagnetiche dei bancomat applicando minitelecamere ai distributori dei vari istituti di credito

I carabinieri della compagnia di Sorrento hanno arrestato in queste ore 30 persone di nazionalità romena destinatarie di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per associazione per delinquere finalizzata alla clonazione e all'indebito utilizzo di carte di credito e di bancomat.

Nel corso di indagini coordinate dalle Procura di Torre Annunziata, i militari dell'Arma hanno infatti accertato che il gruppo di romeni si era specializzato nel copiare le bande magnetiche di carte di credito e bancomat utilizzando skimmer e microtelecamere applicati ai distributori bancomat di vari istituti di credito.

Quantificato un danno patrimoniale di 1,5 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Tweet su Coronavirus e colera, Borrelli e Simioli: "Abbiamo deciso di denunciare Feltri"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

Torna su
NapoliToday è in caricamento