Furti, truffe e rapine seriali: arrestata la banda che terrorizzava il nolano

Si tratta di tre pluricensurati di 47, 41 e 28 anni identificati attraverso alcune immagini di sicurezza

La compagnia di Nola dei carabinieri stamani ha eseguito un'ordinanza di misura cautelare in carcere per tre persone – 47, 41 e 28 anni – pluricensurati e residenti nell'Agro nolano.

Sono ritenuti responsabili in concorso tra loro dei reati di rapina e furto aggravati. Le indagini sono state condotte dai carabinieri della stazione di Palma Campania, e sono partite da un furto in abitazione avvenuto agli inizi di febbraio 2018.

Le immagini di alcuni sistemi di videosorveglianza hanno reso possibile identificare i tre presunti autori del colpo.

Durante le investigazioni è peraltro emerso che gli indagati avrebbero commesso altri episodi analoghi, tra i quali anche un furto di generi alimentari in un supermercato a Nola, uno di telefoni cellulari all'interno di un negozio di informatica di Marigliano, uno di biciclette parcheggiate in strada a Saviano, nonché due rapine (una non riuscita) ai danni di altrettante coppiette appartate nei pressi di Marigliano e varie tentate truffe dello specchietto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Vittime di incidenti stradali, a Napoli il dato è in aumento

  • Politica

    De Luca: "Posizione di Salvini sui termovalorizzatori tecnicamente sbagliata"

  • Cronaca

    Macabra scoperta al Lago Patria: emerge un cadavere

  • Cronaca

    Cinquemila studenti in piazza a Napoli: "Blocchiamo la città"

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 12 al 16 novembre 2018

  • "Sarà la più bella del mondo": svelati i dettagli della stazione metro Duomo

  • Metro Mergellina, si lancia contro un treno: muore sul colpo

  • Paura per Carmelo Zappulla, i familiari: "Ci hanno riferito che rischia la vita"

  • Tragedia sull'A1: un morto a Napoli

  • Ragazzo ferito negli scontri, il padre risponde a Salvini: "Fiero di mio figlio"

Torna su
NapoliToday è in caricamento