Rubano vestiti all'Auchan di Giugliano: due persone in manette

Si tratta di un 30enne, cittadino georgiano, e di un pregiuicato 28enne della Lituania. Sono stati denunciati anche per il reato di ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato

Centro commerciale

Nella serata di ieri la polizia di Giugliano-Villaricca ha arrestato un 30enne, cittadino georgiano, ed un pregiuicato 28enne della Lituania. I due sono ritenuti responsabili del reato di furto aggravato. Avrebbero derubato un negozio di abbigliamento all’interno del Centro Commerciale Auchan di Giugliano.

Erano stati notati dal personale del negozio mentre uscivano senza passare dalle casse. Avvertita la polizia, gli agenti in pochi minuti sono giunti sul posto e hanno sorpreso i due con tra le mani ed in una borsa schermata (utile ad eludere il sistema antitaccheggio) alcuni abiti rubati.

Si è peraltro scoperto che i due non avevano il permesso di soggiorno, per cui sono stati denunciati anche per il reato di ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato. Verranno giudicati per direttissima.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Travolto mentre attraversa la strada: muore sul colpo

    • Cronaca

      Esplosione ad Ercolano, forse una fuga di gas: anziana ferita

    • Cronaca

      Spara a un 26enne per una storia di gelosia, poi fugge: ora è in carcere

    • Incidenti stradali

      Tragico incidente sull'Autostrada del sole: muore camionista napoletano

    I più letti della settimana

    • Tragedia al San Paolo, muore un bambino di 2 anni: indagini in corso

    • Camorra, decapitato il clan Puca: i nomi degli arrestati

    • Paura al Vomero, in fiamme Napoli Centrale

    • Terribile schianto sull'autostrada, muore 45enne di San Giuseppe Vesuviano

    • Scomparsa Luigi Celentano, finto avvistamento a Castellammare

    • Sciopero 22 marzo Circumvesuviana, Cumana e Circumflegrea: le fasce garantite

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento