La "banda dell'auto" terrorizza il Vomero: nella fuga il tentativo di investire un carabiniere

Dei tre malviventi entrati in azione in via Mario Ruta due sono finiti in manette. È caccia al terzo elemento

Paura al Vomero, dove due malviventi sono stati arrestati dai carabinieri dopo che un loro complice aveva anche tentato di investire uno dei militari. Si tratta di un 34enne di vico Cimitile e di un 21enne di via Santa Maria Ognibene, entrambi già noti alle forze dell’ordine.

L'operazione dei carabinieri è partita dopo che in una segnalazione al 112 venivano indicate delle persone sospette in via Mario Ruta. I militari, giunti sul posto, hanno bloccato la strada e scoperto che in tre dopo aver forzato alcuni garage stavano provando a portare via un'auto a testa.

Uno dei ladri, alla vista degli operanti, è scappato in sella ad uno scooter provando anche ad investire un militare, fortunatamente riuscito ad evitare il mezzo a due ruote. Gli altri due sono invece stati bloccati. Avevano con loro uno scooter con targa di cartone e telaio privo di numerazione, arnesi per lo scasso.

Mentre continuano le indagini per identificare il complice in fuga, gli arrestati sono stati portati in carcere a Poggioreale.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • Fusaro: riapre il frutteto borbonico. Toccherà quindi alla pista ciclabile

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • Boato a Giugliano, esplode una villetta. Il sindaco: "Due feriti gravi"

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Bimba napoletana autistica interrompe il Papa, Francesco: "Dio parla attraverso di lei"

Torna su
NapoliToday è in caricamento