Coppia di cinesi in manette: sul comodino cristalli di "droga della follia"

La donna era ai domiciliari. I militari hanno sequestrato, oltre allo shaboo, anche un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento e 1.170 euro ritenuti provento di attività illecita

A Terzigno due cittadini cinesi sono stati messi in manette dai carabinieri. Si tratta di un uomo e di una donna, un 32enne residente a Terzigno e la sua convivente di 30 anni. La donna era peraltro già ai domiciliari per detenzione di droga ai fini di spaccio.

Arrivati all'appartamento (della donna), i carabinieri hanno notato un'attesa troppo lunga perché venisse loro aperta la porta. Hanno quindi deciso di procedere alla perquisizione della casa.

È in camera da letto, su uno dei comodini, che gli operanti hanno trovato 3 grammi e mezzo di shaboo. Si tratta di uno stupefacente in cristalli tristemente famoso per i sintomi che induce negli assuntori: comportamenti violenti, ansia, confusione, insonnia, paranoia, disturbi della personalità. Una droga pericolosissima, che con l'uso abituale genera danni cerebrali irreversibili.

I militari hanno sequestrato, oltre allo stupefacente, anche un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento e 1.170 euro ritenuti provento di attività illecita.

Potrebbe interessarti

  • Tutto quello che ancora non sapete sul bicarbonato di sodio

  • Bolletta dell'elettricità: tutti i trucchi per risparmiare

  • Quanto si deve davvero aspettare per fare il bagno a mare dopo aver mangiato?

  • Ecco perché le zanzare pungono proprio te

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: scatta l'allerta meteo della Protezione Civile

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Furto nel Centro Commerciale, ragazza inseguita e arrestata dai carabinieri

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Concorsone Regione Campania, pubblicati i primi due bandi

Torna su
NapoliToday è in caricamento