Truffa dello specchietto e aggressione violenta su via Tasso, arrestata ex coppia

Avevano preso di mira e picchiato due giovani fidanzati lo scorso sabato

Sono stati arrestati dalla polizia i presunti responsabili dell'aggressione avvenuta lo scorso sabato, in via Tasso, ai danni di una coppia di ragazzi. Si tratta di un uomo ed una donna, che nell'occasione avevano con sé anche una bimba di circa 3 anni (loro figlia) ed un'altra donna.

Avvicinata la coppia di fidanzati per tentare la più classica truffa dello specchietto, la situazione è degenerata alla proposta del ragazzo di constatazione amichevole e non di rimborso immediato. L'uomo, 30 anni, ha quindi estratto un coltello dal giubbotto e preso a minacciarlo, mentre la fidanzata veniva aggredita da una delle due donne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La violenta aggressione ai danni della coppia

Al termine dell'aggressione i giovani fidanzati hanno denunciato l'accaduto alla polizia dando dettagli molto precisi perché gli agenti identificassero i violenti. Si trattava di un 30enne e di una 27enne, entrambi con precedenti, e residenti a Casalnuovo. Una ex coppia – la figlia in auto era loro – che ancora in buoni rapporti si era data alla truffa e poi all'aggressione. L'uomo è stato condotto a Poggioreale, la donna è ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento