Investirono e picchiarono brutalmente un ivoriano: arrestati

Quattro ragazzi tra i 18 e i 24 anni sono finiti in manette per la violentissima aggressione ai danni di un extracomunitario avvenuta ad Arzano all'alba del 31 gennaio scorso

L'ivoriano aggredito

Quattro persone sono state arrestate per aver investito e picchiato selvaggiamente un extracomunitario, cittadino ivoriano: si tratta di ragazzi tra i 18 ed i 24 anni tutti residenti ad Arzano - cittadina in cui è avvenuto il pestaggio - nei confronti dei quali il Gip del Tribunale di Napoli Nord ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita dai carabinieri.

Le indagini erano partite lo scorso 31 gennaio, dopo la denuncia di quanto accaduto intorno alle 4 del mattino.

La testimonianza della vittima | VIDEO

L'extracomunitario spiegò di esser stato vittima di una violenta aggressione. Andava al lavoro in bicicletta quando venne travolto da un'auto con a bordo quattro individui. Questi subito dopo, incuranti della frattura al braccio che gli avevano procurato, presero a picchiarlo senza alcun motivo a calci, pugni e schiaffi, il tutto mentre era ancora a terra dolorante.

La vittima riuscì a scappare approfittando di un momento di disattenzione degli aggressori, quindi a nascondersi in una vicina piazza da dove col proprio telefono cellulare chiamò i militari. L'intervento dei carabinieri, immediato, permise di identificare i quattro violenti oggi arrestati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Coronavirus, un malore dopo la maratona: test per due lombardi. Negativo uno stabiese

Torna su
NapoliToday è in caricamento