Si arrampica sul balcone per aggredire la sua ex incinta: fermato in tempo

La polizia è arrivata a casa dei genitori della vittima mentre l'uomo la stava picchiando

 Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato di Torre del Greco hanno arrestato un 26enne corallino, già noto alle forze dell’ordine, perché responsabile dei reati di maltrattamenti, atti persecutori, lesioni aggravate in danno della sua ex convivente e violazione di domicilio. I poliziotti, inviati dalla locale sala operativa, sono intervenuti presso l’abitazione dei genitori della vittima dove era stata segnalata una lite in famiglia.

L'intervento della polizia 

L’intervento degli agenti ha scongiurato il peggio  perché l’uomo, arrampicatosi sul balcone, si è introdotto in casa ed ha aggredito fisicamente la sua ex compagna, in avanzato stato di gravidanza,  colpendola al viso e  trascinandola al suolo nel tentativo di  strangolarla, nell’intento  di portarle via il figlio. La donna, prontamente soccorsa e  sottoposta alle  necessarie cure mediche,  ha reso denuncia contro il suo ex compagno il quale è stato  arrestato e condotto presso la casa circondariale di Poggioreale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Si chiamava Pietro e aveva solo 16 anni: è lui la vittima dell'incidente di Casoria

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento