Nascondeva armi, munizioni e droga nel suo terreno agricolo: arrestato pensionato

L'uomo, un 65enne di Sant'Anastasia, è finito in manette per detenzione illegale di armi da fuoco e munizioni, coltivazione di stupefacenti e ricettazione

Le armi sequestrate

I carabinieri della stazione di Sant'Anastasia hanno arrestato per detenzione illegale di armi da fuoco e munizioni, coltivazione di stupefacenti e ricettazione un 65enne, pensionato, già noto alle forze dell'ordine.

Durante controlli, i militari dell’arma, in un terreno agricolo di proprietà dell’uomo, all’interno di alcuni casolari, hanno trovato un fucile calibro 12 con matricola abrasa, una pistola calibro 38 con canna di ricambio (rubata il 12 febbraio 2015 ad un 45enne di Acerra); 3.500 cartucce di vario calibro (per  (per pistola, fucile e carabina); 3 kg.di polvere da sparo (divisa in otto barattoli); un caricatore da 30 colpi per mitra calibro 9; 4 piante di cannabis indica (rispettivamente alte 2.20 – 2.00 – 0.50 – 1.50 metri), coltivate in un vigneto.

Con una successiva perquisizione domiciliare, sono stati anche trovati una pistola artigianale calibro 36 magnum; una carabina ad aria compressa calibro 4,5; 10 armi modificate ad aria compressa (di cui 4 carabine e 6 pistole); 21 micce per innesco petardi/bombe carta; un pugnale con lama da 12 cm; 3 canne per revolver; una balestra; 38 grammi di marijuana; un bilancino di precisione; 8 dies per ricarica di cartucce di vario calibro; varia attrezzatura per il confezionamento delle cartucce e la modifica delle armi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutto il materiale è stato sequestrato e le armi saranno inviate al Racis di Roma per gli esami balistici di rito per accertare il loro eventuale impiego in recenti fatti di sangue.
L'uomo è stato portato al carcere di Poggioreale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca rilancia la movida: "Cinema all'aperto e musica nei locali: apriamo tutto"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Grave lutto nel mondo dell'imprenditoria: addio al noto designer Roberto Faraone Mennella

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

Torna su
NapoliToday è in caricamento