Torre del Greco, arrestato un elemento di spicco del clan “Falanga”

L'uomo in manette per violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale. Era già stato arrestato nel 2003 per associazione di tipo mafioso finalizzata al traffico di stupefacenti

I carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Torre del Greco hanno arrestato Antonio Scognamiglio, 52 anni, di Torre del Greco, ritenuto esponente di spicco del locale clan camorristico “Falanga”, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con l’obbligo di soggiorno in città. L'uomo è stato arrestato per violazione degli obblighi inerenti appunto la sorveglianza speciale. 

I militari lo hanno sorpreso lungo la centrale via Roma mentre si intratteneva con soggetti con precedenti penali del luogo. Scognamiglio era stato arrestato nel 2003 per associazione di tipo mafioso finalizzata al traffico di stupefacenti e, dopo una lunga detenzione, è stato scarcerato lo scorso dicembre.

Recentemente i carabinieri, nel corso di attività info-investigative, avevano documentato violazioni dello stesso tipo da parte del sorvegliato speciale. Arrestato, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto ai domiciliari in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Tweet su Coronavirus e colera, Borrelli e Simioli: "Abbiamo deciso di denunciare Feltri"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

Torna su
NapoliToday è in caricamento