Alimenti alla Mostra d'Oltremare, il Comune: "Nessun assalto"

Le ricostruzioni dell'assessore Rosaria Galiero e del capo della polizia municipale Ciro Esposito

Mostra d'Oltremare

Attraverso l'assessore al Commercio Rosaria Galiero, l'amministrazione partenopea ha smentito le voci di presunti "assalti" ieri alla Mostra d'Oltremare, dove sono stati stoccati gli alimenti per le persone che stanno patendo più di altre l'emergenza Covid-19.

"Si smentisce categoricamente la circostanza di un “presunto” assalto da parte di famiglie nella giornata di ieri alla Mostra D'Oltremare – spiega Galiero – Mentre il furgoncino della Caritas caricava le derrate alimentari messe a loro disposizione, tre persone chiedevano di entrare da viale Kennedy all'altezza del padiglione n. 6, luogo di stoccaggio degli alimenti. Alla loro insistenza nel voler entrare nella Mostra mi sono premurata di chiamare il Comandante dei Vigili Urbani Ciro Esposito per chiedere assistenza. In pochissimi minuti sono arrivati i Vigili della Municipalità di Bagnoli-Fuorigrotta che hanno prontamente identificato i soggetti, che si sono poi allontanati spontaneamente. Tutte le operazioni interne al padiglione interessato sono continuate regolarmente, senza nessun appesantimento o distrazione, tanto meno in un clima di sequestro.
Dopo il carico del furgone della Caritas siamo tutti andati via uscendo dalla Mostra d'Oltremare dal lato di viale Kennedy
".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche il comandante della polizia locale Ciro Esposito è intervenuto spiegando: "L'attività di servizio sollecitata dall'assessore Galiero con una telefonata intorno alle ore 14.30 direttamente al sottoscritto, ha avuto inizio alle ore 15.00 e sarà assicurato inintettottamente fino a cessata esigenza. All'arrivo del funzionario del Corpo, competente per territorio Cap. Guadagnino, sul posto erano presenti 4 persone appartenenti a tre diversi nuclei familiari, tutte opportunamente identificate. I cittadini spiegavano che si trovavano presso il centro di stoccaggio perché credevano che fosse il luogo dove sarebbe avvenuta la distribuzione dei beni di prima necessità. Doverosamente informati dell'equivoco si allontanavano spontaneamente anche con qualche piccola donazione da parte di chi stava operando all'interno del Padiglione 6 della Mostra senza alcun momento di tensione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • De Magistris: "Se i contagi fossero stati concentrati al Sud ci avrebbero murati vivi"

  • Frecce tricolori a Napoli: le immagini spettacolari

Torna su
NapoliToday è in caricamento