Trascinata dall'auto e uccisa: la Procura chiude le indagini sulla morte di Alessandra Madonna

La 24enne ballerina di Melito morì lo scorso 8 settembre per i traumi riportati dopo essere stata trascinata legata all'automobile dell'ex fidanzato. Per la Procura i capi d'accusa sono di omicidio volontario e guida in stato d'ebbrezza

(Alessandra Madonna)

La Procura di Napoli ha chiuso le indagini sull'omicidio di Alessandra Madonna, la giovane ballerina di Melito, morta dopo essere stata trascinata dall'auto guidata dall'ex fidanzato, a Mugnano di Napoli. Alessandra è morta lo scorso 8 settembre. I familiari di Varriale, l'ex fidanzato di Alessandro, hanno poi sporto denuncia per stalking nei confronti del padre della ballerina 24enne. L'ex fidanzato si è sempre difeso parlando di "fatalità". 

Al termine delle indagini la Procura formula i seguenti capi di accusa: omicidio volontario e guida in stato di ebbrezza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

  • Igiene orale e difese immunitarie: qual è la connessione?

  • Casatiello napoletano: la ricetta di Enrico Porzio

Torna su
NapoliToday è in caricamento