Trascinata dall'auto e uccisa: la Procura chiude le indagini sulla morte di Alessandra Madonna

La 24enne ballerina di Melito morì lo scorso 8 settembre per i traumi riportati dopo essere stata trascinata legata all'automobile dell'ex fidanzato. Per la Procura i capi d'accusa sono di omicidio volontario e guida in stato d'ebbrezza

(Alessandra Madonna)

La Procura di Napoli ha chiuso le indagini sull'omicidio di Alessandra Madonna, la giovane ballerina di Melito, morta dopo essere stata trascinata dall'auto guidata dall'ex fidanzato, a Mugnano di Napoli. Alessandra è morta lo scorso 8 settembre. I familiari di Varriale, l'ex fidanzato di Alessandro, hanno poi sporto denuncia per stalking nei confronti del padre della ballerina 24enne. L'ex fidanzato si è sempre difeso parlando di "fatalità". 

Al termine delle indagini la Procura formula i seguenti capi di accusa: omicidio volontario e guida in stato di ebbrezza. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

Torna su
NapoliToday è in caricamento