Ucciso per una foto col Pocho. Un albero ricorda Gianluca Cimminiello

A dieci anni dalla morte del giovane tatuatore, cerimonia commemorativa all'Istituto Sauro Errico Pascoli. Un concorrente, invidioso dello scatto con Lavezzi, gli inviò un commando della camorra

 

All'I.C. Sauro Errico Pascoli una cerimonia per ricordare Gianluca Cimminiello, vittima innocente di criminalità, a 10 anni dalla scomparsa. Gianluca era un tatuatore e fu ammazzato all'esterno del suo negozio, a Casavatore. La sua colpa fu quella di pubblicare su Facebook una foto con il Pocho Lavezzi. Un gesto che sctenò l'invidia di un suo concorrente, che in tutta risposta gli inviò un commando della camorra. 

Nel cortiele della Sauro Errico Pascoli, a Secondigliano, è stato piantato un albero che ricorda quasta vittima innocente della malavita organizzata. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento