Albero dei desideri di nuovo in Galleria dopo il furto: "Niente cancella la tradizione"

Inaugurato, rubato e ritrovato in 24 ore, è stato innestato di nuovo al centro della Galleria Umberto I. Il commento di uno dei titolari del Gambrinus, che ha finanziato l'iniziativa

L'albero riposizionato, foto Ansa

L'abete è tornato al suo posto, in Galleria Umberto I. L'albero dei desideri anche quest'anno era rimasto vittima delle baby gang, che l'hanno strappato e portato via per poi abbandonarlo in un vicolo dei Quartieri spagnoli. Una viceda – dall'inaugurazione al furto fino al ritrovamento – durata 24 ore.

Decine di persone lo hanno issato e messo di nuovo al suo posto. La notizia del furto ha attirato molti curiosi che hanno assistito e dato una mano nelle operazioni di innesto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

''Questi atti di vandalismo - ha commentato Antonio Sergio, uno dei titolari del Caffè Gambrinus che ha donato l'albero – se pur commessi da bambini vanno condannati e, se possibile, arginati. Nessun atto può cancellare questa bella tradizione''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento