Albero dei desideri di nuovo in Galleria dopo il furto: "Niente cancella la tradizione"

Inaugurato, rubato e ritrovato in 24 ore, è stato innestato di nuovo al centro della Galleria Umberto I. Il commento di uno dei titolari del Gambrinus, che ha finanziato l'iniziativa

L'albero riposizionato, foto Ansa

L'abete è tornato al suo posto, in Galleria Umberto I. L'albero dei desideri anche quest'anno era rimasto vittima delle baby gang, che l'hanno strappato e portato via per poi abbandonarlo in un vicolo dei Quartieri spagnoli. Una viceda – dall'inaugurazione al furto fino al ritrovamento – durata 24 ore.

Decine di persone lo hanno issato e messo di nuovo al suo posto. La notizia del furto ha attirato molti curiosi che hanno assistito e dato una mano nelle operazioni di innesto.

''Questi atti di vandalismo - ha commentato Antonio Sergio, uno dei titolari del Caffè Gambrinus che ha donato l'albero – se pur commessi da bambini vanno condannati e, se possibile, arginati. Nessun atto può cancellare questa bella tradizione''.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

Torna su
NapoliToday è in caricamento