Maltempo, cade albero a Bagnoli: cittadini esasperati

Il pesante tronco ha divelto un palo della luce e si è poggiato su di un'auto in sosta. Lamentele sulla manutenzione del verde pubblico, la risposta del presidente della X Municipalità

Un brutto spavento per gli abitanti della zona più viva di Bagnoli, viale Campi Flegrei. Nella serata di ieri un albero, a causa del maltempo che sta imperversando da giorni, è caduto lungo la strada, non lontano dall'area pedonale.

Il pesante tronco nel crollare ha prima divelto un palo dell'illuminazione, poi si è abbattuto su di un'auto in sosta danneggiandola. Fortunatamente non ci sono feriti.

Sui social la cittadinanza lamenta una scarsa manutenzione del verde pubblico, tema particolarmente caldo nella X Municipalità come in diverse aree della città.

La risposta del presidente della Municipalità

"Queste due immagini potrebbero sembrare scollegate l'una dall'altra". Scrive il presidente della X Municipalità Diego Civitillo giustapponendo l'immagine dell'albero crollato ad una tabella dei fondi che il federalismo fiscale non eroga per Napoli.
"Invece l'una è l'effetto reale delle riforme che sono state realizzate negli ultimi anni - prosegue il presidente - Le prestazioni essenziali che vengono finanziate con la tassazione nazionale a parità di abitanti finiscono nelle casse di comuni del Nord a scapito di quelli del Sud. Ecco cosa significa federalismo fiscale e cosa produrrà l'autonomia regionale fortemente voluta dalla Lega".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le prestazioni essenziali invece di essere rafforzate dove c'è più necessità vengono tagliate ulteriormente con il risultato che manutenzioni, creazione di posti nido, prestazioni sanitarie e sociali sono sottofinaziate ed assolutamente carenti, se non inesistenti.
Per intenderci è come se il vostro collega, che svolge il vostro stesso lavoro, venga pagato il doppio o il triplo di voi esclusivamente perché vive il una strada rispetto ad un'altra. Il vostro collega mangerà meglio, si curerà meglio, avrà vestiti più caldi in inverno. Questo è quanto sta accadendo al Sud ed è un tema politico fondamentale. Altrimenti è inutile lamentrsi dei rapporti Svimez e della fuga endemica di giovani in cerca di lavoro e servizi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

  • Igiene orale e difese immunitarie: qual è la connessione?

  • Coronavirus, il bel gesto del portiere napoletano Sepe: non chiede gli affitti ai suoi inquilini

Torna su
NapoliToday è in caricamento