Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Agguato piazza Nazionale, la Procura: "Il presunto killer fermato a Siena"

 

Meno di sette giorni di indagini per mettere le mani sui presunti sicari autori dell'agguato di piazza Nazionale. Per Procura di Napoli, i fratelli Armando e Antonio Del Re sono fortemente indiziati di aver pianificato ed eseguito il raid del 3 maggio scorso, che aveva per obiettivo il pregiudicato Salvatore Nurcaro, ferito gravemente, e nel quale sono rimaste colpite anche la piccola Noemi, di 4 anni, e la nonna. 

A sparare, per gli inquirenti, sarebbe stato Armando: "E' stato fermato a Siena - ha spiegato il procuratore capo Giovanni Melillo in conferenza stampa - mentre Antonio è stato scovato a Nola. Non possiamo dare dettagli sul movente perché sono in corso indagini, ma siamo in pieno contesto camorristico. La vittima designata è stata seguita a lungo e l'agguato è stato pianificato per lungo tempo. Quindi, c'è anche l'aggravante della premeditazione". Le indagini, coordinate dalla Procura di Napoli, sono state eseguite da un gruppo interforze composto da polizia e carabinieri. 

Potrebbe Interessarti

  • Tromba d'aria in spiaggia, panico tra i bagnanti: ci sono feriti|VIDEO

  • Temporale estivo su Napoli |VIDEO

  • Tromba d'aria in spiaggia, un testimone: "C'era il panico. Abbiamo visto una nuvola nera" |VIDEO

  • Ginevra, uccisa da suo padre: la disperazione della madre Agnese | VIDEO

Torna su
NapoliToday è in caricamento