Don Bosco, mancano i chirurghi: paziente dà in escandescenze e aggredisce il personale

L'Asl Napoli 1 Centro ha intanto aperto un'indagine interna per risalire alla causa della mancanza di specialisti nella struttura. “Il disagio c'è, ma è assurdo il nervosismo si traduca in aggressioni", commenta Borrelli

San Giovanni Bosco

Proseguono i disagi all’ospedale San Giovanni Bosco a causa della carenza di chirurghi. Come denunciato sui social dal consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli, un paziente ha aggredito il personale in servizio

L'episodio è avvenuto oggi, giovedì 6 giugno. Un paziente, spiega Borrelli, “ha aggredito verbalmente tre infermieri, provocandogli uno stato d’ansia, lasciandosi andare a gesti inconsulti come dei pugni sui balconi. L’uomo ha dato in escandescenze a causa dell’assenza dei medici chirurghi che avrebbero dovuto visitarlo”.

“Il disagio causato dalla carenza di specialisti in chirurgia all’interno della struttura è oggettivo – va avanti l'esponente dei Verdi – ma troviamo assurdo che il nervosismo si traduca in aggressioni ai danni di chi non ha colpe e si trova sul posto di lavoro per compiere il suo dovere”.

L'Asl Napoli 1, sulla mancanza di chirurghi nella struttura, ha aperto un'indagine. Notizia che Borrelli commenta positivamente aggiungendo: “Occorre chiarificare quali sono le cause che hanno determinato questo disagio e se sussiste qualsiasi tipo di responsabilità di carattere disciplinare in capo al personale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

Torna su
NapoliToday è in caricamento