Calci e pugni a un 13enne per rubargli lo smartphone: arrestato 36enne

E' accaduto nei pressi di una scuola del rione Gescal a Cicciano. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine e bloccato subito dopo l'aggressione, ha minacciato e picchiato un adolescente nel tentativo di rapinarlo

Cicciano: in manette un rapinatore di 36 anni con l'accusa tentata rapina e lesioni personali. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, ha minacciato e picchiato un adolescente per rubargli il telefonino.

Il 36enne è stato bloccato dai Carabinieri immediatamente dopo l'aggressione a scopo di rapina. L'uomo, riferiscono i militari, ha avvicinato il 13enne nei pressi di una scuola del rione Gescal e, dopo averlo minacciato e preso a calci e pugni, ha tentato di rapinargli il telefono cellulare e il denaro che aveva in tasca. Il tentativo di rapina è fallito per la resistenza opposta dal ragazzino, che ha riportato contusioni guaribili in 2 giorni.

L’uomo è stato poi formalmente riconosciuto in foto dalla giovane vittima e rintracciato dai carabinieri.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Sanità in Campania, dossier dei Verdi sulle coperture dei vuoti d'organico

    • Politica

      Primo Maggio, concerto a Piazza Dante: l'iniziativa promossa da de Magistris

    • Green

      Raccolta differenziata, bene la Campania

    • Notizie SSC Napoli

      L'amarezza di Hamsik: "Dispiaciuto per il mio errore"

    I più letti della settimana

    • Tangenziale di Napoli, appalti truccati: 5 misure cautelari

    • Rubavano le auto parcheggiate nel centro commerciale: arrestati

    • Il dramma di Rosa: muore improvvisamente a 15 anni

    • Strage familiare in Svizzera: morti tre napoletani

    • "Ci sono tanti problemi, iniziamo a coprire le buche a Napoli"

    • Chi diffamerà Napoli sarà querelato. Giletti: "Iniziativa triste"

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento