Aggressione al 118, Scotti (Ordine dei Medici): "Napoli come la Siria"

Il presidente dell'Ordine dei Medici di Napoli, Silvestro Scotti, commenta il ferimento di un'infermiera al Vomero, causato da un'aggressione immotivata al personale del 118: "Bisogna intervenire subito"

"Per i medici e per chi in generale lavora per la salute dei cittadini, Napoli è come Raqqa", la città della Siria distrutta dall'Isis. Silvestro Scotti, presidente dell'Ordine dei Medici di Napoli, commenta così il ferimento di un'infermiera, causato questa mattina da uno squilibrato che ha aggredito - lanciando un paletto di ferro sull'ambulanza - il personale del 118 intervenuto per soccorrere un uomo al Vomero. "Esprimo tutta la mia solidarieta alla collega coinvolta ma anche all'infermiera e all'autista dell'ambulanza", dice Scotti all'Ansa. "Queste vili aggressioni devono finire, ormai la situazione è 
fuori controllo. Le Istituzioni devono intervenire in maniera efficace e immediata
".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Frecce tricolori a Napoli: le immagini spettacolari

Torna su
NapoliToday è in caricamento