Baby gang contro pensionato ed il suo cane: pietre e colpi alla testa

Lo spaventoso episodio di violenza è avvenuto nei pressi del parco di Villa Letizia a Barra

Baby gang in azione a Barra, dove un uomo di 72 anni è stato aggredito nei pressi del parco di Villa Letizia. L'episodio è avvenuto la settimana scorsa: intorno alle 20 l'uomo stava portando a passeggio il suo cane, quando è stato preso di mire da un gruppo di giovanissimi – secondo il suo racconto riportato dal Mattino – circa 20, tra i 13 ed i 15 anni.

Alcuni gli si avvicinano in sella al loro motorino, lui fa per allontanarsi. La situazione degenera presto: cominciano ad offenderlo, ma soprattutto a lanciargli contro delle pietre colpendolo più volte. Arrivato a casa viene accerchiato. Uno dei giovani violenti inizia a colpirlo alla testa con un tubo di ferro recuperato in strada, mentre gli altri prendono di mira il cane.

Alla fine la vittima, quando la baby gang si è stancata della violenza, chiama il 113 e viene condotto da un'ambulanza a Villa Betania dove gli viene refertata una “profonda ferita della fronte con lesione della teca cranica e notevole sanguinamento” oltre ad altre ferite con prognosi di 14 giorni. Ha sporto denuncia alle forze dell'ordine, che indagheranno sull'accaduto.

Potrebbe interessarti

  • Spiagge: i 3 lidi più belli di Napoli dove viziarsi e divertirsi

  • Pelle secca: quali sono i rimedi più efficaci

  • Rosmarino: cosa sapere di questa pianta

  • I 10 alimenti che non dovresti mai mettere in frigo e perché

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Dramma in via Marina, scooter contro auto: muore 26enne

  • Renzo Arbore e il saluto a De Crescenzo: “Lucià ti abbiamo portato a Napoli”

  • Tragedia a Mergellina, 22enne si lancia dal settimo piano: muore sul colpo

  • Dramma per una famiglia napoletana in vacanza: 42enne muore mentre fa il bagno

Torna su
NapoliToday è in caricamento