Gli ambientalisti di V.A.S. protestano contro l'abbattimento dei lecci di Viale Campi Flegrei

L'associazione VAS, dopo le mancate informazioni da parte dell'Amministrazione Comunale in seguito ad una formale richiesta, protestano contro l'immotivato abbattimento di 30 alberi a Bagnoli e preannunciano un esposto alla magistratura rispetto all'ipotesi di atti illegittimi a danno dell'ambiente cittadino.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

COMUNICATO STAMPA DEL 3 MARZO 2014

PROTESTA DI V.A.S. SULL'ABBATTIMENTO DI 30 ALBERI A BAGNOLI

Una lettera di richiesta d'informazioni in relazione alla segnalazione dell'abbattimento, allo stato, di ben 30 alberi di leccio in viale campi Flegrei a Bagnoli è stata inviata una settimana fa da Ermete Ferraro (Portavoce V.A.S. Napoli) ai responsabili comunali (vice sindaco Sodano, Dirigenti Direzione Ambiente, Presidente 10^ Municipalità).

L'istanza chiedeva di conoscere: "1) in base a quale provvedimento amministrativo ed autorizzativo si sia proceduto a tale intervento, di notevole impatto ambientale, vigendo tuttora l'O.S. 1243 ed essendo comunque necessarie apposite autorizzazioni; 2) quali motivazioni - di sicurezza, sanitarie o altro - avrebbero reso tale provvedimento - ratificato dall'Amministrazione Comunale - così urgente e necessario; 3) su quali basi giustificative si stesse procedendo, dal momento che si trattava d'una storica alberatura del quartiere Bagnoli, che ne sarebbe fatalmente deturpata sul piano paesaggistico-urbano, oltre che su quello del danno ambientale".

Alla richiesta di un'associazione ambientalista riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente - formulata ai sensi del D. Lgs. 195/2005 - l'Amministrazione Comunale non ha però ritenuto di rispondere, continuando intanto ad abbattere gli alberi di Viale Campi Flegrei senza fornire alcuna spiegazione.

"A questo punto - dichiara Ermete Ferraro - non ci resta che indirizzare alla Magistratura competente un esposto nei confronti dell'operato dei Responsabili comunali, affinché si verifichi se ci sono stati comportamenti omissivi o commissivi contrari alla normativa vigente sulla tutela degli alberi, tenuto conto che non risultano analisi approfondite che dimostrassero la pericolosità delle piante abbattute o l'impossibilità di procedere ad una fito-terapia".

L'associazione V.A.S. (Verdi Ambiente e Società) rileva inoltre che gran parte dei problemi alle alberature di Bagnoli - ma anche di altri quartieri - dipendono spesso da mancate o errate potature e, inoltre, sottolinea che la psicosi da "albero caduto" non può giustificare abbattimenti selvaggi ed altri interventi di dubbia correttezza e necessità sul residuo verde pubblico.

> Contatti: Ermete Ferraro, Portavoce del Circolo metropol. V.A.S. di Napoli

Cell. 349 3414190 - ermeteferraro@alice.it

Torna su
NapoliToday è in caricamento