Fuori pericolo il 13enne ricoverato in coma etilico. La madre: "L'ho visto morto"

Il ragazzino ora è vigile ma ancora nel reparto di Rianimazione del Santobono. La madre al Mattino: "Quando sono arrivata sul posto mi sembrava morto"

Sta decisamente meglio il 13enne ricoverato in stato di coma etilico ieri al Santobono di Napoli. Il giovane si è svegliato ed è stato dichiarato fuori pericolo, pur restando nel reparto di Rianimazione. I test hanno rilevato massiccio uso di alcool e cannabinoidi, un mix che ha mandato in coma il piccolo, che stava partecipando a una serata con gli amici a San Sebastiano al Vesuvio, paese d'origine. Al Mattino parla la madre del bambino: "Quella sera aveva appuntamento alle 21 con gli altri. Già verso le 22:30 provai a chiamarlo senza ottenere risposta. Dopo molte chiamate un amico rispose al telefono dicendo che mio figlio si era allontanato un attimo". La 46enne madre del bambino ricostruisce i fatti: "Un'ultima chiamata pochi minuti dopo. Mi hanno detto che stava arrivando un'ambulanza. Ho fatto una corsa e l'ho visto a terra, sembrava morto. Ho provato a scuoterlo ma nulla, sono salita con lui sull'ambulanza tenendogli la mano".


 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento