Taverna del Ferro: 570mila euro per gli interventi urgenti

Infiltrazioni d'acqua, rischio crolli e degrado per oltre mille persone che abitano nelle "stecche"

Grazie al recupero di alcuni fondi di un mutuo di Cassa Depositi e Prestiti, circa 570.000 euro potranno essere impiegati da Palazzo San Giacomo per gli interventi urgenti di manutenzione degli edifici di Taverna del Ferro, nell'area est di Napoli. Si tratta di interventi di piccolo calibro - spiegano al Comune - volti soprattutto a garantire la sicurezza abitativa, in attesa di finanziamenti più consistenti per la rigenerazione dell'area. Gli uffici stanno infatti recuperando circa 5 milioni di euro da un altro vecchio mutuo della Cassa Depositi e Prestiti. 3 i possibili utilizzi dello stanziamento: la sola ristrutturazione delle due stecche residenziali che compongono la struttura; la ristrutturazione di una sola stecca e la demolizione della seconda; la demolizione di entrambi gli edifici. "Per ognuna di queste soluzioni - spiega Paola Cerotto, del servizio Edilizia Residenziale Pubblica - i 5 milioni di euro rappresenterebbero naturalmente solo un innesco da integrare con ulteriori finanziamenti da reperire a livello regionale e nazionale". A descrivere le condizioni di vita degli abitanti della zona è Rosaria Cordone, portavoce del Comitato di lotta ex Taverna del Ferro: sono un migliaio le persone che vivono nei 360 alloggi della struttura (dei quali circa 40 occupati senza titolo). Continue, in particolare, le infiltrazioni di acqua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune di Napoli agli occupanti abusivi delle case popolari: "Potete regolarizzare"

  • Come impermeabilizzare il terrazzo da soli per fermare le infiltrazioni d'acqua e risparmiare

  • Cos'è il bonus TV e a chi spetta lo sconto

  • Bagnoli: il mistero della chiusura del plesso scolastico Calise e il futuro della biblioteca Caccioppoli

  • I termosifoni accesi fanno bene alle piante?

  • Casa della socialità: forse ad una svolta la vicenda della struttura del quartiere collinare

Torna su
NapoliToday è in caricamento