Rigenerazione urbana: Napoli esempio, all'insegna della creatività

Triplicati in tre anni gli interventi artistici su spazi pubblici, come occasione di rilancio del territorio

Riqualificazione urbana: a Napoli si moltiplicano le opere di street art, sia nel centro che in periferia, diventando occasione di rilancio di interi quartieri e riscoperta del territorio. Dai primi 10 interventi, autorizzati nel 2017, infatti, si è passati agli oltre 30 del 2019 (alcuni in corso).

Realizzate da singoli artisti o da gruppi e associazioni nell’ambito di progetti più ampi, le opere di street art sono sicuramente veicolo di rigenerazione urbana, come accaduto nel rione Sanità, nei Quartieri Spagnoli, a Bagnoli e a Ponticelli.

"Sarebbe sbagliato ridurre questi interventi all'arredo urbano - ha fatto notare la presidente della Commissione Politiche urbane Eleonora de Majo - le opere diventano spunto per processi di rigenerazione di luoghi degradati o occasioni per cementare comunità e sviluppare il senso di appartenenza a un territorio. Fatto importante soprattutto in periferia, come è avvenuto, ad esempio, per i murales di Taverna del Ferro a San Giovanni a Teduccio".

E se il Disciplinare per l’autorizzazione all’utilizzo di superfici pubbliche per la creatività urbana desta l’interesse e diviene esempio per altre città italiane, la Street Art a Napoli cresce sempre di più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune di Napoli agli occupanti abusivi delle case popolari: "Potete regolarizzare"

  • Come impermeabilizzare il terrazzo da soli per fermare le infiltrazioni d'acqua e risparmiare

  • Come realizzare un fantastico impianto audio per ascoltare musica in qualsiasi stanza senza svenarsi

  • Bagnoli: il mistero della chiusura del plesso scolastico Calise e il futuro della biblioteca Caccioppoli

  • Casa della socialità: forse ad una svolta la vicenda della struttura del quartiere collinare

Torna su
NapoliToday è in caricamento