Dieci piante "inebrianti" da coltivare in balcone o giardino

Grazie al loro aroma alcune piante si rivelano un supporto prezioso per il nostro benessere

Prima gli Egizi e poi Greci e Romani avevano capito l'importanza degli aromi di fiori e piante non solo per profumare il corpo e i vestiti o gli ambienti, ma anche come medicamento. E' stato però solo alla fine dell'800 che un chimico, il francese Renè-Maurice Gattefossè, esperto di oli essenziali per la produzione di cosmetici, a coniare il termine "aromaterapia" e a capire l'importanza degli "odori" per alleviare il dolore e/o aumentare il benessere.

Oggi i risultati delle ricerche sull'uso scientifico e clinico degli olii essenziali come approccio terapeutico complementare, indicano che l'aromaterapia consente, tra l'altro, in molti casi, di ridurre le dosi di antidepressivi e ipnotici.

Per chi vuole un giardino o un balcone splendidamente fiorito, profumato e anche fonte di benessere per il corpo e, soprattutto, lo spirito, ecco le 10 migliori piante per l'aromaterapia da coltivare:  

Lavanda E' in estate che regala profumatissimi fiori di tonalità azzurro-violetto che hanno molte proprietà: per alleviare il mal di testa strofina una manciata di fiori freschi su fronte e tempie; per facilitare il sonno prepara un sacchettino di fiori secchi e posizionalo sotto il cuscino. In armadi e cassetti la lavanda profumerà elegantemente abiti e biancheria ed allontanerà non solo le tarme ma anche lo stress.

Menta Energizzante e rinvigorente,  la menta dà il meglio di sé in infuso. Il momento migliore per raccoglierne le foglie è prima della fioritura, in tarda primavera/estate. Per contrastare la pancia gonfia e facilitare la digestione, sminuzza le foglie, fresche o secche, lasciane in infusione 2 cucchiaini in 250 millilitri d’acqua bollente, fai riposare per 5 minuti e filtra il tutto prima di bere.

Camomilla Anche la camomilla fiorisce in estate, donando piccoli fiori a petali bianchi che ricordano le margherite. Le sue proprietà sono note da sempre. I Greci la consideravano una delle 12 Piante Sacre della medicina. Il suo aroma, diffuso nell'ambiengte, ha proprietà rilassanti e calmanti.

Rosmarino Il rosmarino è una delle erbe aromatiche più versatili. Il suo aroma migliora la memoria e la concentrazione: da bruciare nel camino in inverno o in piccole quantità in un contenitore ignifugo quando fa caldo.

Basilico Mangiato crudo e fresco aiuta la digestione in modo naturale. Il suo aroma migliora la memoria e la concentrazione, contribuisce a schiarire le idee e allevia l’emicrania.

Timo Il suo odore stimola il pensiero, la creatività, la memoria e la concentrazione. Ha inoltre ottime proprietà digestive, antisettiche, antinfiammatorie e antibatteriche. In infuso può essere utilizzato per gargarismi che alleviano le infiammazioni gengivali e il mal di gola.

Geranio rosa Con il suo aroma dolce e rilassante, che ricorda le fragole e i frutti di bosco, con un sottofondo di limone, stimola il buonumore. I massaggi con l'olio essenziale alleviano i dolori mestruali.

Tuberosa La fragranza dolce, ricca e inebriante della tuberosa è simile al profumo delle caramelle di zucchero: stimola l’entusiasmo, la sensualità, l’espressività e la motivazione.

Lillà Il profumo di questi piccoli fiori, dalle molteplici gradazioni di colore, stimola il relax e la tranquillità

Caprifoglio Il loro odore è irresistibile per le api. Stimola il buonumore e favorisce la serenità. Secondo antiche credenze, coltivare un cespuglio di caprifoglio accanto alla propria casa scaccia gli influssi negativi e attira la protezione delle fate.

Potrebbe interessarti

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • Spioncino digitale: per sapere sempre chi sta davanti alla tua porta

  • Vacanze: scendono i prezzi delle case nel Golfo di Napoli

  • Sabbia in casa: come liberarsene

  • Vacanze: come trovare la casa in ordine al rientro

  • Politiche abitative della Regione Campania: le coop non ci stanno

Torna su
NapoliToday è in caricamento