Pulizie di casa: ecco perché i tuoi vetri non brillano

Tutti gli errori da non commettere per avere specchi e finestre sempre luccicanti

Con l’autunno arriva anche la pioggia e questo significa finestre costantemente macchiate e opacizzate che lasciano filtrare in  casa una luce grigiognola e tristagnola. 

Ecco allora come pulire i vetri senza eccessiva fatica e con il massimo del risultato:

Cosa NON fare

  • NON pulire i vetri in giornate troppo calde o con il sole diretto: il calore, infatti, fa asciugare subito il detersivo determinando la formazione degli aloni, mentre il sole diretto crea riflessi che impediscono di vedere le macchie
  • NON utilizzare l’acqua fredda: non scioglie né il detersivo né le macchie grasse create da molti agenti atmosferici inquinanti
  • NON usare detersivo puro: meglio diluirlo in acqua calda
  • NON usare carta da cucina per asciugare, ma stracci di cotone o - meglio ancora - i fogli di vecchi quotidiani: l'inchiostro con cui sono stampati ha infatti un ottimo potere lucidante

Cosa fare PRIMA di pulire i vetri

Prima di pulire i vetri è necessario occuparsi degli infissi, prima rimuovendo la polvere con un panno o con l’aspirapolvere quindi lavandoli con un detergente:

- se sono in PVC e risultano opachi e ingialliti, diluite 3 cucchiai di acqua ossigenata a 40 volumi, 2 di bicarbonato e mezzo di detersivo: passate la soluzione con un panno non abrasivo, lasciate agire per circa un’ora e risciacquate con acqua calda. Per gli i

- se in legno, bisogna fare attenzione a non spugnarli con l'acqua: per le macchie diluite in mezzo litro di acqua calda tre cucchiai di scaglie di  sapone di Marsiglia, passate rapidamente con un panno non abrasivo (e non inzuppato), ripulite con il panno risciacquato e ben strizzato

- se in alluminio, è perfetto uno sgrassatore: risciacquate sempre passando un panno in microfibra.

Come pulire i vetri

Inanzitutto prima di utilizzare qualsiasi detersivo è importante spolverare con un panno in microfibra, pulito e asciutto.  

Per quanto riguarda il detersivo, se preferite il fai-da-te, potete utilizzare  

  • 100 ml di aceto in mezzo litro di acqua calda da spruzzare sui vetri, lasciare agire per 5/10 minuti e risciacquare  
  • un po' di sapone per piatti liquido diluito in acqua calda: risciacquare abbondantemente e accuratamente  
  • patata cruda: sgrassa e rende brillanti i vetri. Provare per credere: tagliate a metà una grossa patata e passatela con cura sulla superficie, quindi risciacquate con acqua calda.

Asciugare i vetri

Una volta puliti, per brillare davvero i vetri vanno obbligatoriamente asciugati.

La carta dei quotidiani è lo strumento più efficace ed economico per ottenere un rapido ed ottimo risultato.

Se però preferite i panni, optate per quelli in microfibra che non lasciano residui sulla superficie come invece accade con la carta da cucina o alcune stoffe. 

Per i perfezionisti, invece, sarà decisamente irrinunciabile l'aspiragocce che rimuove in un lampo qualsiasi goccia d'acqua

Prodotti online per la pulizia dei vetri

Aspiragocce elettrico

Detergente concentrato per vetri

Aspiragocce manuale

Pulitore a vapore portatile

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus facciata: cos'è e come ottenerlo a Napoli

  • Come pulire i termosifoni e da quando si potranno accendere

  • Restituite agli abitanti di Casamicciola Terme le abitazioni di via Castanito

  • Palazzo Penne diventa casa del Design

  • Ex convento Gesù delle Monache: dopo 25 anni, finalmente in dirittura d'arrivo i lavori

  • In vacanza gratis? Con il baratto si può: ecco come

Torna su
NapoliToday è in caricamento