Vomero

Vomero: nuovi cestini stradali ma mancano ancora le panchine. Marciapiedi invasi da mozziconi di sigarette

Uno degli obiettivi dei nuovi cestini potrebbe essere quello di combattere la cattiva abitudine, che purtroppo persiste, di buttare le cicche delle sigarette a terra. Al riguardo, nonostante l’entrata in vigore, dal 2 febbraio del 2016, della legge 28 dicembre 2015, n. 221, contenente disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, la quale all’art. 40 stabilisce che ogni Comune deve provvedere a "installare nelle strade, nei parchi e nei luoghi di alta aggregazione sociale appositi raccoglitori per la raccolta dei mozziconi dei prodotti da fumo", mentre tocca a produttori e ministero dell’Ambiente attuare campagne di informazione per "sensibilizzare i consumatori sulle conseguenze nocive per l'ambiente derivanti dall'abbandono dei mozziconi", al Vomero nulla fino ad oggi al riguardo è cambiato. Di conseguenza carreggiate e marciapiedi continuano a essere invasi da mozziconi di sigarette

" Dopo l'installazione in via Scarlatti, oggi i nuovi cestini stradali per la raccolta dei rifiuti, dotati di posacenere, sono stati installati anche in via Luca Giordano sempre al Vomero ". A darne notizia è Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da tempo si batte per il miglioramento dell'arredo urbano nei quartieri del Vomero e dell'Arenella, a partire proprio dai tratti pedonalizzati di via Scarlatti e di via Luca Giordano.

            " Si tratta di cestini, utilizzati anche come veicolo pubblicitario e dotati di un codice QR, che consente, utilizzando uno smartphone con relativa applicazione, di collegarsi a pagine pubblicitarie, dove possono leggersi notizie storiche della strada dove è posizionato il contenitore - sottolinea Capodanno -. Ci auguriamo solo che, a differenza di quanto accaduto in passato, i nuovi cestini siano sottoposti alle normali attività di manutenzione e all'immediato svuotamento non appena ricolmi ".

            " Uno degli obiettivi dei nuovi cestini - aggiunge Capodanno - potrebbe essere quello di combattere la cattiva abitudine, che purtroppo persiste, di buttare le cicche delle sigarette a terra. Al riguardo, nonostante l’entrata in vigore, dal 2 febbraio del 2016, della legge 28 dicembre 2015, n. 221, contenente disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, la quale all’art. 40 stabilisce che ogni Comune deve provvedere a "installare nelle strade, nei parchi e nei luoghi di alta aggregazione sociale appositi  raccoglitori  per  la  raccolta dei mozziconi dei prodotti da fumo", mentre tocca a produttori e ministero dell’Ambiente attuare campagne di informazione per "sensibilizzare i consumatori sulle conseguenze nocive per l'ambiente derivanti dall'abbandono dei mozziconi", al Vomero nulla fino ad oggi al riguardo è cambiato. Di conseguenza carreggiate e marciapiedi continuano a essere invasi da mozziconi di sigarette ".

            “ Eppure – puntualizza Capodanno – la legge in questione prevede multe fino a 300 euro per chi getta le cicche di sigarette per terra. Ma non sappiamo, in quanto non risulta che siano stati pubblicizzati i relativi dati,  se fino a oggi, a distanza di oltre tre anni dall'entrata in vigore della legge, siano state elevate contravvenzioni ai trasgressori e in che misura e quantità. L’unica certezza, come si può facilmente riscontrare de visu, è che la situazione, per quanto riguarda la presenza delle cicche,  non è per nulla cambiata, rispetto a quando tale normativa non era ancora in vigore “.

             Con l'occasione Capodanno rinnova l'invito all'amministrazione comunale di estendere il posizionamento dei nuovi cestini anche nelle altre strade e piazze dell'area collinare nonché a ripristinare le numerose panchine che tempo addietro scomparvero in alcune strade del Vomero, con particolare riferimento al tratto pedonalizzato di via Scarlatti, come testimoniato dai ferri d'ancoraggio, ancora presenti sulla pavimentazione.

Vomero

Il quartiere collinare visto da Gennaro Capodanno, ingegnere e a lungo consigliere della circoscrizione. Negli ultimi anni ha costituito diversi comitati per sostenere le battaglie comuni insieme ai cittadini della zona. Tra questi il Comitato per il trasporto pubblico e il Comitato Valori collinari, dei quali è presidente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento