Vomero

Diciamo basta alla barbarie dei fuochi proibiti

Ogni anno centinaia di vittime, per lo più giovani, con nefaste conseguenze che segnano tutta la vita

 

 

Anche quest’anno mi schiero, ed ancora con maggior determinazione, a sostegno della battaglia contro i fuochi proibiti che ogni fine anno mietono centinaia di vittime, per lo più giovani, e le cui conseguenze si avvertono poi per tutta la vita. E per cercare di offrire un valido contributo alla soluzione del problema ho deciso di rilanciare un gruppo fondato su Facebook per sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto ad una questione che non sembra al momento trovare valide soluzioni. Purtroppo, nonostante l’impegno delle forze dell’ordine che ogni anno sequestrano quintali di fuochi proibiti, il problema resta ancora in gran parte irrisolto. Già oltre 2.500 persone che hanno aderito al gruppo “ Per Capodanno diciamo no ai fuochi proibiti “ al sito http://www.facebook.com/group.php?gid=39657428075. Con l’avvicinarsi della fine di un nuovo anno purtroppo crescono le preoccupazioni legate a quella che potrebbe essere l'ennesima strage dell'idiozia, con fuochi proibiti sparati all'impazzata, con i ben noti pericoli del "giorno dopo", con mani e dita che saltano e segnano tutta la vita, e sangue, tanto sangue, specialmente di giovani, che imbratta le coscienze di tutti. Sì perchè è un dovere di tutti dare un contributo affinché questa barbarie di salutare l'anno nuovo con fuochi illegali e pericolosi finalmente finisca.

Vomero

Il quartiere collinare visto da Gennaro Capodanno, ingegnere e a lungo consigliere della circoscrizione. Negli ultimi anni ha costituito diversi comitati per sostenere le battaglie comuni insieme ai cittadini della zona. Tra questi il Comitato per il trasporto pubblico e il Comitato Valori collinari, dei quali è presidente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento