Storie&Controstorie

Storie&Controstorie

"Facciamo festa insieme". La 26^ edizione del tradizionale appuntamento nella Chiesa della Rotonda all'Arenella

Ancora un record per il conduttore Guglielmo Capasso, per il nono anno consecutivo alla guida dello spettacolo

Un appuntamento fisso, ormai tradizionale. Puntuale, come ogni anno, “Facciamo festa insieme”, l’evento che si svolge nella terza settimana di giugno nella Parrocchia di Santa Maria della Rotonda, in via Undici Fiori del Melarancio, a Napoli.

Giunta ormai alla 26^ edizione, la festa è stata presentata per il nono anno consecutivo da Guglielmo Capasso, attore di teatro e televisione e “mattatore” della serata assieme a Dante ed Elena Maggio oltre che Linda e Gino, due giovani della Parrocchia. Il tutto, come sempre, sotto l’occhio vigile e attento dello storico organizzatore, il Parroco Salvatore Fratellanza, che ogni anno regala ai suoi parrocchiani una serata di divertimento all’insegna dell’allegria, dei canti e dei balli. La festa si è svolta domenica 16 giugno nel cortile grande della parrocchia davanti a circa trecento spettatori. Capasso, come sempre, ha dato vita a una lunga serie di gag, coinvolgendo il pubblico e strappando applausi e risate a ripetizione. In onore della dinastia Maggio sono stati trasmessi alcuni filmati d'epoca. 

Apprezzate anche le altre performance, e cioè quelle in particolare dei giovani della parrocchia, che si sono esibiti in balli e canti, oltre che la Danza del ventre di Jessica Capasso, che ha portato una ventata d’oriente e sexy alla manifestazione. Applausi anche per una signora del pubblico, Vittoria, che ha declamato con grande trasporto una poesia sul delicato ruolo delle mamme.

Al termine delle esibizioni, come sempre, l’attesissima estrazione dei premi della lotteria di beneficenza: i venti vincitori hanno ricevuto i premi offerti dai commercianti della zona. Il primo premio, un tablet, è stato offerto da Antonio Pilla, conosciutissimo fotografo di via Pietro Castellino. 

Applausi a scena aperta per il discorso del Parroco, che come sempre ha ringraziato, oltre che i conduttori, anche i numerosi volontari che, dietro le quinte, hanno consentito la buona riuscita della festa.

A conclusione della serata il Parroco ha regalato ai presenti un coloratissimo spettacolo di fuochi d’artificio.

Storie&Controstorie

" Storie e storielle. Fatti e fattacci. Il bello e il brutto. Insomma, un po' di Napoli. Mario Amitrano 50 anni, napoletano d.o.c., giornalista ""da sempre"". "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento