Storie&Controstorie

Storie&Controstorie

L'aumento delle tariffe per la sosta nelle strisce blu: sui social monta la protesta

A breve la mega-stangata per ripianare i debiti dell'ANM. La rabbia degli automobilisti. Usi e abusi. Sotto accusa commercianti, falsi invalidi e taroccatori di ogni genere.

Aumento delle tariffe per la sosta dei residenti nelle strisce blu: ormai ci siamo, o quasi. Da 10 a 150 euro, molto probabilmente, in base al reddito. Un incremento che dovrebbe servire a rimpinguare le povere casse dell’ANM ma che ha mandato e sta mandando su tutte le furie gli automobilisti napoletani, i quali, in particolare sui social, stanno esprimendo a chiare lettere e a voce alta il proprio disappunto e il proprio malcontento. Disappunto che, diciamoci la verità, sembra proprio starci tutto, dal momento che è ben nota l’altissima percentuale di evasione, per combattere la quale le armi sono spuntate, come al solito, e quindi risulterebbe più facile far pagare di più coloro che già pagano. Sotto accusa, in particolare, i commercianti, molti dei quali usufruiscono dei parcheggi senza esporre nessun grattino, confidando in una quasi totale impunità e nel passaparola che si scatena all’arrivo (quelle rare volte) degli ausiliari. Usi e abusi sono noti: tanti commercianti, moltissimi dei quali non sono residenti nelle zone in cui hanno gli esercizi commerciali, parcheggiano le proprie autovetture nelle strisce blu senza pagare per poi precipitarsi a mettere sul cruscotto un grattino per il solo tempo necessario a rintuzzare la “visita” degli ausiliari. Un danno di decine e decine di euro al giorno, che diventano migliaia, decine e centinaia di migliaia se moltiplicati per tutti coloro che si comportano così. Se poi a tutto ciò aggiungiamo l’enorme numero di permessi per invalidi esibiti da persone che invalide non sono, grattini taroccati o fotocopie di permessi e autorizzazioni di vario genere, la frittata è fatta, e il deficit è assicurato. A fare le spese di tutta questa imbarazzante situazione, i “poveri” residenti, spesso costretti ad interminabili ricerche di un improbabile posto auto, difficilissimo da trovare, specialmente in alcune zone e in particolare nelle ore di apertura dei negozi. In tutto questo, però, non dobbiamo dimenticare che premi e gratifiche al personale ANM aumentano. Saranno contenti i dipendenti, ci mancherebbe. Ma provate a farvi un giro sui social per tastare il polso dei contribuenti: non tutti sono allegri e contenti. Anzi…

Storie&Controstorie

Storie e storielle. Fatti e fattacci. Il bello e il brutto. Insomma, un po' di Napoli. Mario Amitrano 50 anni, napoletano d.o.c., giornalista "da sempre".



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento