NapoliTalk

NapoliTalk

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Federica Nicois (Archivio Carbone): "Riviviamo le emozioni della storia napoletana attraverso le foto"

 

Di tempo ne è passato da quella mobilitazione del 2016 durante la quale i napoletani riscoprirono il proprio passato e cercarono di proteggerlo: tre anni fa l'Archivio Carbone - che custodisce oltre un milione di fotografie che raccontano Napoli e i suoi eventi, la storia e i suoi personaggi, dagli anni '20 agli anni '70 - chiamò a raccolta i napoletani attraverso un crowdfunding. Obiettivo acquistare scatole speciali per i numerosi negativi, che con il passare del tempo rischiavano il deterioramento. Oggi l'Associazione Riccardo Carbone - nata proprio in quel 2016 per salvaguardare il  patrimonio dell'archivio - vuole digitalizzare i negativi e cerca, attraverso strumenti e competenze condivise, di catalogare gli scatti storici. Un lavoro faticoso e lungo, ma necessario a una comunità che vuole progettare il proprio futuro partendo dalla memoria del recente passato. 

A NapoliTalk Federica Nicois dell'associazione Archivio Carbone - che ha sede in via Toledo 406 - ha raccontato i progetti futuri e quelli in corso che riguardano l'archivio. C'è, ad esempio, un'importante collaborazione con l'industria cinematografica: sono molti gli sceneggiatori che decidono di rivolgersi all'archivio per recuperare materiale che riguarda una zona specifica di Napoli o alcuni dettagli importanti, che possano poi servire a ricostruire sul grande schermo una Napoli fedele ai tempi narrati. Per aiutare l'archivio si può scegliere di fare una donazione libera o adottare un servizio su un personaggio o un evento particolare, ricevendo anche una stampa del servizio una volta digitalizzato. 

 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento